LA COSTITUZIONE ITALIANA: dopo il referendum ancora il pericolo non è scampato.

Il Coordinamento per la Democrazia Costituzionale continua la sua azione in difesa del principi costituzionali i quali, a poco più di due anni dalla vittoria referendaria, sono ancora messi in discussione su diversi aspetti.

Per questo il CDC ritiene che sia ancora indispensabile continuare la resistenza ai tentativi in atto, tra i quali uno dei più rilevanti, per le sue ripercussioni istituzionali, politiche e sociali, riguarda il tema della autonomia differenziata delle Regioni.


Per un approfondimento di queste tematiche potrete seguire l'audio video dell'ultimo Convegno del 23 marzo scorso accedendo al link:  "La Costituzione e i tentativi in atto di stravolgerla" - YouTube

Alla sezione download di questo sito potete scaricare:


Questo nostro lavoro, lo voglio ricordare con motivo di orgoglio, è svolto da diverse persone, non è in alcun modo retribuito e tutta la nostra attività si basa su una militanza volontaria.
Per quanto sobrio e parsimonioso il nostro lavoro ha bisogno di risorse e, queste, si stanno esaurendo. Diventa quindi vitale, poiché, per salvaguardare la nostra autonomia, non abbiamo né vogliamo avere accesso a finanziamenti di alcun tipo, ricorrere al contributo di militanti e sostenitori per cercare di ridare un minimo di liquidità per continuare il nostro impegno.


 Per questo vi chiediamo un sostegno individuale di almeno 5 euro, da versare:


1) tramite bonifico
all’iban: IT50W0306905142100000015772  intestato a : COORDINAMENTO per la DEMOCRAZIA COSTITUZIONALE